Skip to main content

Trasformare per Trionfare: Decidere Quando è Tempo di Cambiare in Business

Da Kodak a Nokia: Lezioni Vitali su Adattabilità e Innovazione Aziendale

La domanda che ci dobbiamo porre seriamente è: Perchè Cambiare, perchè rompere con un passato magari anche glorioso?

Ogni dirigente, ogni manager, ogni imprenditore, deve fare molte cose in modo efficace e per farle ha bisogno di concentrare i suoi sforzi.
La prima regola è: abbandonare il passato che non è più produttivo. Ridurre il peso di uno zaino ormai troppo pieno da dover portare.

Se i leader non sono in grado di rompere con il passato, abbandonare le logiche di ieri, non saranno in grado di costruire il domani.

Il primo effetto quando non andiamo in questa direzione, con un abbandono sistematico e deliberato, è che la propria organizzazione verrà superata dagli eventi.

La domanda che mi ponete spesso è:

perchè devo cambiare, perchè abbandonare la mia area di confort, quello che mi ha portato al successo, mi ha fatto fare bei guadagni, mi ha dato soddisfazione. In fin dei conti c'è ancora spazio.

Peggio ancora è quando gli eventi hanno già superato l'organizzazione e continuate a ripetere, avvolti nel loop, frasi come:

perchè non funziona più o non è più redditizio ? il mercato lo sappiamo che è difficile, è un fattore di prezzo.

E nonostante i risultati cominciano ad essere negativi o lo sono già negativi da diverso tempo, ancora la scelta dell'abbandono non viene fatta.

Vi faccio alcuni esempi che hanno segnato la nostra storia recente:

Kodak

Kodak, un tempo leader nel settore della fotografia, è un classico esempio di un'azienda che ha fallito nel capitalizzare le innovazioni tecnologiche nonostante le avesse spesso pionierizzate. Kodak ha effettivamente inventato la fotocamera digitale nel 1975, ma non ha perseguito aggressivamente la tecnologia digitale per paura di cannibalizzare il suo lucrativo business delle pellicole fotografiche. Mentre il mercato si spostava sempre di più verso la fotografia digitale, Kodak perse passo e rimase indietro rispetto ai concorrenti che abbracciarono il cambiamento. Alla fine, questo ritardo nell'adattarsi alla digitalizzazione portò Kodak a dichiarare fallimento nel 2012, anche se da allora l'azienda ha tentato di ristrutturarsi.

Nokia

Nokia era il gigante indiscusso del settore dei telefoni cellulari negli anni '90 e all'inizio del 2000. Tuttavia, con l'avvento degli smartphone e il rilascio dell'iPhone da parte di Apple nel 2007, Nokia si trovò in difficoltà. L'azienda era legata al suo sistema operativo Symbian, che era difficile da programmare e non era così user-friendly come iOS o, successivamente, Android. Nonostante la presenza di eccellenti capacità hardware, Nokia non riuscì a offrire un software e un ecosistema di applicazioni al passo con le esigenze dei consumatori moderni. Alla fine, questo portò a una significativa perdita di quote di mercato e alla vendita della sua attività di telefonia mobile a Microsoft nel 2014.

BlackBerry

BlackBerry, noto per i suoi dispositivi con tastiera fisica e l'enfasi sulla sicurezza e le e-mail, era la scelta preferita tra i professionisti d'affari. Tuttavia, con l'ascesa degli smartphone touch screen, BlackBerry non riuscì a mantenere il passo. La società ha tentato di lanciare il proprio sistema operativo per smartphone, BlackBerry 10, ma era troppo poco e troppo tardi. Gli utenti desideravano le app e la versatilità offerte dai sistemi operativi concorrenti, e BlackBerry non riuscì a fornire un'esperienza utente comparabile. Di conseguenza, ha visto un drammatico declino nelle vendite e nel prestigio, spostando il suo focus dai dispositivi hardware ai software e ai servizi di sicurezza.

Questi casi dimostrano l'importanza dell'adattabilità e dell'innovazione in un mondo in rapido cambiamento. Aziende che una volta erano leader di mercato possono rapidamente diventare irrilevanti se non anticipano o rispondono adeguatamente ai cambiamenti nelle tecnologie e nelle preferenze dei consumatori.

Metodo

Le metodologie di valutazione del cambiamento sono essenziali per guidare le organizzazioni attraverso decisioni consapevoli e informate.

Ecco alcuni modi in cui le organizzazioni possono valutare se un prodotto o un servizio è diventato obsoleto e se è il momento di cambiare:

Business Analysis

Una solida business analysis può rivelare la posizione attuale di un prodotto o servizio nel suo ciclo di vita. Gli strumenti di analisi aziendale includono:

Analisi SWOT (Strengths, Weaknesses, Opportunities, Threats):

Fornisce una panoramica dei punti di forza e di debolezza interni all'organizzazione, così come delle opportunità e delle minacce esterne.

Analisi PESTEL (Political, Economic, Social, Technological, Environmental, Legal):

Esamina gli impatti esterni e come influenzano l'organizzazione.

Analisi del Portfolio:

Valuta se ogni prodotto o servizio contribuisce positivamente al portafoglio complessivo e agli obiettivi aziendali.

Key Performance Indicators (KPI)

I KPI sono misure quantitative utilizzate per valutare l'efficacia di un'organizzazione nel raggiungere gli obiettivi. Alcuni esempi:

Margine di profitto:

La diminuzione dei margini può segnalare che un prodotto sta diventando meno redditizio.

Quote di mercato:

Una riduzione delle quote di mercato può indicare una minore competitività o rilevanza del prodotto.

Customer Lifetime Value (CLV):

Un calo del CLV può suggerire che il prodotto non sta più generando valore nel tempo per i clienti.

Tasso di rinnovamento o abbandono:

Un alto tasso di abbandono può essere un segnale che i clienti stanno cercando alternative migliori.

Feedback dei Clienti

Il feedback dei clienti è vitale. Ascoltare ciò che i clienti dicono può fornire indicazioni immediate sull'accoglienza di un prodotto o servizio:

Survey e Questionari:

Strumenti diretti per raccogliere feedback specifici.

Social Media e Online Reviews:

Feedback non richiesto ma estremamente utile che può offrire una visione onesta e diretta.

Net Promoter Score (NPS):

Una metrica che misura la probabilità che i clienti raccomandino il prodotto o servizio ad altri.

Analisi dei Dati e Trend di Mercato

Le tendenze di mercato possono aiutare a determinare se un prodotto è ormai obsoleto:

Vendite e Tendenze:

Un calo persistente delle vendite può essere un segnale di obsolescenza.

Innovazioni di Settore:

Nuove tecnologie o cambiamenti nei comportamenti dei consumatori possono rendere obsoleti i prodotti esistenti.

Analisi Comparativa (Benchmarking):

Confrontare il proprio prodotto con quelli dei concorrenti può rivelare dove ci si posiziona nel mercato.

Analisi del Rischio e del Rendimento

Analisi Costi-Benefici:

Valutare se il costo di mantenimento di un prodotto supera i benefici che apporta.

Valutazione del Rischio:

Identificare e valutare i rischi associati sia al mantenimento che all'abbandono di un prodotto o servizio.

Esperimenti di Mercato

Test A/B:

Offrire versioni diverse di un prodotto per vedere quale performa meglio.

Piloti e Prototipi:

Lanciare un prodotto su piccola scala per valutarne l'accoglienza prima di fare investimenti maggiori.

Consulenza Esterna

Consulenti di Settore:

Ottenere opinioni obiettive da esperti che possono offrire una prospettiva esterna.

Conclusione

La valutazione dell'obsolescenza di un prodotto o servizio è un processo complesso che deve essere affrontato con strumenti e strategie adeguate. Combinando analisi interne, feedback esterni e valutazioni quantitative, le organizzazioni possono prendere decisioni informate sul momento giusto per innovare e abbandonare le pratiche obsolete. Questo è fondamentale per mantenere la competitività e sfruttare nuove opportunità di crescita in un mercato che cambia rapidamente.

Quindi, abbiate coraggio, fate la scelta di abbandonare un business anche a cui siete affezionati, smettete di sprecare risorse in attività obsolete e liberate i collaboratori di talento per sfruttare nuove opportunità, ma fate un percorso costruttivo guardando al futuro della vostra attività.

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.